Il Blog dell' Urologo

Sindrome di Mondor… Quello spaghetto doloroso!!

La tromboflebite di Mondor (nota anche come “sindrome di Mondor o tromboflebite superficiale”) prende il nome da Henri Mondor (1885-1962), un chirurgo di Parigi che per primo la descrisse nel 1939.
E’ una rara patologia che interessa più frequentemente le vene della parete toracica anteriore e della regione mammaria. Ancora più raramente interessa le vene superficiali del pene come la vena dorsale superficiale e la coronale. Questa malattia si presenta spesso ad insorgenza acuta, dolore, edema talvolta importante e possibile arrossamento di un’area limitata o di tutta la superficie del pene.
Generalmente alla palpazione si apprezza un nodulo o uno “spago” sottocutaneo, dolente alla palpazione nelle fasi precoci. Nelle fasi più tardive la superficie dorsale della cute del pene presenta una “corda” che rappresenta la vena trombizzata e quindi anelastica che provoca dolore a causa della tensione determinata dalla erezione del pene. Spesso la lesione si estende all’area sovrapubica. La diagnosi differenziale la distingue dalla malattia di La Peyronie e dalla linfangite scleroatrofica: ogni dubbio viene fugato con l’esecuzione di un ecocolordoppler penieno dinamico.
La malattia di Mondor ha generalmente un decorso benigno, anche senza alcuna terapia che raramente viene praticata nelle fasi iniziali a causa del ritardo dovuto alla riluttanza alla visita da parte dell’uomo che ne è affetto.
Le cause spesso non sono identificabili, e possono includere traumi ripetuti durante il coito, o meno spesso infezioni. Il trattamento nelle fasi iniziali si basa su antinfiammatori antidolorifici (FANS), antiaggreganti e pomate a base di eparina. Nei casi in cui persista lo stato di “tensione” durante l’erezione o il dolore è indicato un intervento mininvasivo, in anestesia locale, che può prevedere la trombectomia, la sezione o lo “stripping” della vena dorsale superficiale del pene con rapido sollievo della sintomatologia e ritorno alla normale attività sessuale senza reliquati.

Dott. Di Gregorio Leonardo Tel. 3333074747 si riceve a Palermo e Castellammare del Golfo.

Cerca un argomento

Dr. Leonardo Di Gregorio

Dr. Leonardo Di Gregorio

Dirigente Medico presso il Policlinico di Palermo.

Medico Chirurgo, specialista in Andrologia ed Urologia.
Eseguiti oltre 5000 interventi uro-andrologici.

Le vostre Opinioni

Giuseppe Regina
Giuseppe Regina
19/03/2023
Mi sono trovato benissimo grazie a lui io e mia moglie abbiamo ottenuto quello che desideravamo è veramente ingamba educato sa il suo lavoro ti mette al suo aggio a prima vista ispira subito fiducia è sempre disponibile fidatevi è veramente bravisssimo e simpatico
Andrea Macaluso
Andrea Macaluso
06/08/2022
Professionale, molto preparato e disponibilità eccellente. Mette a proprio agio il paziente, ed è disponibile per qualunque chiarimento.
FERNANDO GARCIA
FERNANDO GARCIA
14/04/2022
Alto livello professionale
p. m
p. m
04/04/2022
Non sono solito lasciare recensioni ma il dottor Leonardo Di Gregorio mi ha colpito per la sua professionalità, la capacità di ascolto e di mettere a proprio agio il paziente in tematiche così delicate, per il modo che ha avuto di spiegare e tranquillizzarmi, unitamente a doti umane eccellenti e a una simpatia di base che di certo non guasta. Il dottor Di Gregorio, accanto alla schietta disamina scientifica, sa infondere sicurezza e serenità, ci si sente in buone mani. Sono soddisfatto della mia scelta e lo consiglio vivamente.
liboriocalvaruso@gmail.com Calvaruso
liboriocalvaruso@gmail.com Calvaruso
30/07/2021
Professionista di alto profilo, molto preparato e sopratutto molto vicino al paziente nei momenti clou. Merita certamente la sua fama.
Concy “Concystar” GRE
Concy “Concystar” GRE
09/02/2021
Ottimo medico , molto professionale e disponibile. Lo consiglio 🤩
maurizio
maurizio
10/06/2020
Ottima disponibilita' a informare il paziente su tutti gli aspetti del caso prospettando tutte le soluzioni possibili, sto seguendo una terapia con onde d'urto, all' inizio ero scettico ma sto notando notevoli miglioramenti e posso solo ringraziarlo.

Seguimi su instagram

Condividi:

10 risposte

  1. salve dott. mio marito ha subito un’intervento di varicocele al testicolo sinistro
    dopo qualche giorno ha notato questo strano filo duro sulla parte superiore del pene può essere una conseguenza dell’intervento?

  2. salve dottore. questa sindrome di mondor una volta venuta può essere un campanello di allarme per tumore del colon intestino o altri organi? o non c’è correlazione? grazie.

  3. Salve dottore, nel momento in cui io effettuo la masturbazione, sotto la pelle sento una specie di vena dura, potrebbe essere correlata a questa malattia?

  4. Salve Dottore, qual’è la tariffa per un intervento di Sindrome di Mondor? Inoltre il costo è a carico totale del paziente o tramite Servizio Sanitario Nazionale? Grazie

    1. Salve, l’intervento in privato ha un costo di 1000€ circa, può anche effetturlo attraverso il Servizio Sanitario Nazionale non so con che tempi però.

  5. Buongiorno dottore,
    volevo chiedere se questa malattia è correlata a qualche scompenso fisico o se può mettere in evidenza qualche sorta di predisposizione a trombosi venose o malattie del sistema cardio circolatorio in generale.

    Cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

leggi anche